Una sosta lungo il percorso…

By at 12 maggio, 2008, 2:56 pm

A me piace camminare e, particolarmente, farlo in montagna, inerpicandomi lungo quei sentieri che conducono fuori dall’abitato e, attraverso prati d’erbe profumate, entrano nel bosco, buio e fresco. Lì le foglie dei faggi attutiscono i passi e, a volte, insidiose radici sporgono dal terreno.
E quando, oltre il limite degli alberi, salire diventa più faticoso e prudente, è bello per me fermarmi e volgere indietro lo sguardo, alla valle attraversata e poi alla cime, per riprendere nuovamente a salire, con nuova lena.
Il ritmo calmo del cammino, scandito dall’imperturbabilità delle montagne, accompagna il lento fluire dei pensieri, che riportano alla coscienza fatti, analizzano situazioni, esprimono dubbi, commenti, trovano idee nuove e concepiscono nuovi progetti.
Ecco cosa vorrei che diventasse questa pagina che ci ospita: una sosta lungo il percorso, un momento per riflettere, a partire dalle informazioni che attraverso questo mezzo di comunicazione vengono date, sulla realtà che la Pro-Loco rappresenta, un fermarsi per prendere consapevolezza del cammino percorso e delle possibilità che si aprono davanti a noi. Uscendo dalla metafora, credo che oggi sia importante, per le persone che dell’Associazione fanno parte, acquisire la coscienza di ciò che la Pro-Loco è ed ha realizzato in questi anni. La nostra Associazione è stata costruita con spontaneità sull’altruismo e sulla capacità di apertura dei soci, superando talvolta grandi difficoltà. Si muove ascoltando il territorio, attenta a ciò che vi accade, svolgendo attività finalizzate alla promozione turistica e sociale.
Le sue iniziative si sono dapprima raccolte intorno ad alcuni momenti particolari, scanditi nell’arco dell’anno: San Martin, l’Epifania e il “Pan e vin”, la festa del Patrono San Valentino. Le feste di piazza legate a queste ricorrenze, organizzate in collaborazione con l’Amministrazione comunale, sono ormai tradizione consolidata e tengono Musile legata alla sua memoria storica e all’identità culturale del recente passato.
Nel tempo, non potendo rimanere vuote ripetizioni di riti e gesti ormai privi di significato per la maggior parte delle persone, queste manifestazioni si sono evolute, crescendo e sviluppando nuovi temi. Uno dei temi più cari alla Pro-Loco è la valorizzazione dell’ambiente naturale, inteso come bene irrinunciabile da tutelare e luogo all’interno del quale l’uomo deve ricercare un nuovo equilibrio fra l’utilizzo delle risorse offerte e la salvaguardia dell’ambiente stesso. Per mantenere viva la sensibilità verso queste  tematiche, l’Associazione Pro-Loco propone esperienze come la “pedalata ecologica”, che ogni primavera ci porta attraverso la campagna coltivata, lungo il fiume, alle valli da pesca e alla Laguna nord di Venezia, in una varietà di paesaggi e di habitat stupefacente. Tappa essenziale di questa passeggiata è il Centro Didattico Naturalistico “La Piave Vecchia”, all’interno del quale, con l’ausilio di guide naturalistiche, possiamo visitare le sale didattiche e analizzare gli elementi che compongono il nostro ambiente, comprendendo le complesse relazioni ecologiche che tra questi elementi esistono.
In questo filone di lavoro il naturalista Michele Zanetti è punto di riferimento e importante collaboratore. Con il prezioso intervento di esperti, e valorizzandone le competenze, sono stati affrontati e proposti all’attenzione della comunità nuovi argomenti, aventi lo scopo di favorire l’acquisizione di una coscienza critica intelligente e sensibile alle nuove problematiche che oggi si vivono: la tracciabilità degli alimenti di cui ci nutriamo, l’inquinamento domestico, il fiume Piave, risorsa e minaccia, la proposta di un turismo eco-compatibile.
Sono ormai consolidate le collaborazioni con altre Associazioni di volontariato di Musile, che nell’annuale Festa del 25 aprile portano in primo piano la loro azione, importantissima nel tessuto sociale del paese.
Con il Centro anziani e la ASL si organizzano periodicamente cicli di incontri informativi su specifiche tematiche aventi lo scopo di tutelare la salute e il benessere, prevenendo l’insorgenza di malattie nella terza età.
L’Associazione Pro-Loco ha sempre ricercato, attraverso il coinvolgimento dell’istituzione scolastica, il dialogo con le nuove generazioni, proponendo attività laboratoriali sulla trasformazione di prodotti dell’agricoltura (dall’uva al vino, dal grano al pane, dal latte al formaggio, la produzione del miele, la produzione di fibre naturali e la tessitura), l’osservazione dei frutti autunnali di piante spontanee del nostro territorio …
Queste proposte sono finalizzate a favorire nei bambini e nei ragazzi di oggi il mantenimento del legame logico e affettivo con una forma di intelligenza pratica, che parta dall’esperienza concreta delle cose e dei fenomeni, un “saper fare” antico che oggi, nella parcellizzazione estrema dei processi produttivi, si sta perdendo e con un “senso del tempo” scandito anche dai ritmi naturali e stagionali, di cui le nuove generazioni difficilmente possono fare esperienza diretta.
Tornando alla metafora della sosta lungo il sentiero, ecco che queste riflessioni possono allora suscitare, in coloro che leggono, la consapevolezza puntuale del cammino che si è fin qui percorso e, soprattutto, lo slancio emotivo e razionale per proseguire verso nuove e più alte mete.

Mario Falcone
Presidente Pro-Loco Musile di Piave

Categories : Pro Loco Musile


Non c'è ancora nessun commento.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.