La Caprese, piatto dell’estate

By at 11 ottobre, 2010, 3:03 pm

Conosciuta anche come mozzarella e pomodoro, la caprese è un must della cucina estiva.
Ricetta frugale, saporita e particolarmente digeribile…
È dimostrato che il caldo fa lo sgambetto all’appetito. D’estate, i piatti consumati durante il resto dell’anno vengono messi da parte, privilegiando una dieta ricca di frutta e verdura. Tutto ciò non fa una piega, tuttavia un gourmet patito non dovrebbe mai smettere di strizzare l’occhiolino al gusto! Anche sotto “la canicola” è possibile apprezzare una cucina gratificante, scegliendo il piatto adeguato, preparato con i prodotti del periodo.
L’indimenticabile cucina stagionale diffusa ai tempi dei nostri nonni. Con l’arrivo delle giornate temperate si rispolverano ingredienti che, oltre a saziare, offrono un moderato refrigerio dall’arsura. Pomodori, melanzane, insalata verde, asparagi, peperoni, cetrioli, fagiolini, cocomeri, meloni ed erbe aromatiche: tanti ortaggi che permettono la realizzazione di portate brillanti.
Tra queste, come non annoverare la caprese, ricetta mediterranea per antonomasia, servita come antipasto o piatto unico. Portata che viene insaporita con sale, pepe, origano, foglioline di basilico e olio di oliva di qualità.
Alcuni la personalizzano con olive, acciughe, aglio, peperoncino, melanzane sott’olio e parecchie altre sfiziosità.
Sono opzioni legittime, ma nulla hanno a che fare con la caprese originale. C’è poi l’annosa questione mozzarella.
Deve essere di bufala o vaccina? Non è un dogma, poiché una mozzarella fresca renderà comunque onore alla preparazione.
Tuttavia quella di bufala campana è certamente da privilegiare. Un suggerimento: affettare i pomodori con anticipo, lasciandoli scolare dall’eventuale acqua in eccesso. Si eviterà così di veder scorrere il liquido dei frutti scarlatti sul piatto, effetto sgradevole e pacchiano.
Al momento del servizio la caprese dovrà esser fresca e non gelata come talvolta accade. Abbinare un vino bianco giovane, di media struttura, dal bouquet profumato, evitando se possibile le tumultuose bollicine. In verità, non ci sono regole assolute per quanto concerne questo abbinamento.
Con un briciolo di buon senso si possono instaurare sempre ottimi accostamenti. Siate sereni, godetevi l’estate all’insegna del gusto e della buona tavola, senza tralasciare la fondamentale pacatezza e moderazione sia nel mangiare che nel bere.
La ricetta della caprese tradizionale. Per due persone 250 g di mozzarella di bufala, due pomodori non troppo grandi né troppo maturi, origano, basilico freschissimo, sale qb e pepe qb. Lavare e tagliare i pomodori a fette regolari. Lasciare pazientemente che scolino tutta la loro acqua. Tagliare la mozzarella a rondelle non troppo spesse.
Adagiare su un piatto piano il pomodoro e la mozzarella, in maniera alternata, sino a creare un piacevole effetto estetico. Aspergere di origano, sale, pepe e olio di oliva extravergine. Al centro (o a scelta) colorare con le foglie di basilico verde. Servire in tavola con pane e, a parte, gli ingredienti usati – soprattutto l’origano e il basilico – nel caso qualche commensale desideri attuare un’aggiunta golosa.
Stefano Buso

Categories : Curiosità


Non c'è ancora nessun commento.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.