Proloco tradizioni, usanze e costumi dei nostri luoghi

By at 3 maggio, 2011, 1:35 pm

“Gestire una Proloco non è una cosa semplice!” Conferma Luigino Smaniotto presidente in carica ormai da quando è stata fondata la sezione di Jesolo, nel 1992.
“Sin dal 1958 mi occupo delle feste jesolane. Oltre 50 anni fa iniziai con “la festa dell’uva”, poi con il Carnevale e via via con molte altre manifestazioni, fino ad arrivare alla creazione della Pro Loco. Cosa non facile poiché il nostro Comune raggruppa ben 15 comitati e metterli d’accordo tutti, è stata una vera impresa titanica.
Naturalmente non si possono accontentare tutti, ma con l’aiuto dei nostri collaboratori cerchiamo di fare del nostro meglio per far quadrare bilanci, manifestazioni e comitati.
Negli anni novanta era tutto più semplificato. Per organizzare una manifestazione bastava tanta voglia di lavorare e buona volontà, oggi con le moltissime regole, le innumerevoli leggi, la burocrazia, sempre più incalzantee vincolante, è tutto più difficile. Della nostra Proloco fanno parte, purtroppo, persone di oltre 50 anni. Abbiamo solo un giovane sotto i 40 e quando chiediamo aiuto ai venti-trentenni, la risposta è sempre negativa. Il volontariato in questo settore è sentito solo dalla gente “di una certa età”. Di sicuro, infatti, c’é solo che, quando per raggiunti limiti di età cesserà il nostro mandato, sarà difficile trovare chi ci sostituirà! Comunque abbiamo ancora un anno per trovare valide soluzioni.
Archiviato il Car nevale che ha visto la partecipazione di una trentina di carri allegorici ed una ventina di gruppi, tutti in bella mostra nella lunga isola pedonale del Lido, le manifestazioni proseguiranno poi in tutto l’arco dell’anno: dal 25 aprile con San Marco al parco, dallo scorso anno trasferito nel Centro Storico presso il nuovo parco Cà Silis. Mentre l’ultima domenica di Maggio come di consueto, ormai da oltre un decennio, in piazza Torino si celebrerà la Festa dei Fiori, che aprirà la stagione estiva. Il 24 Giugno nel  Centro Storico si festeggerà il Patrono, San Giovanni con una settimana dimanifestazioni. A coronare l’evento ci saranno i fuochi d’artificio a suon di musica. I numerosi avvenimenti torneranno in Luglio al Lido e più precisamente in p.zza Milano con la festa dell’anguria, dove svariati quintali del rotondo e saporito frutto verranno distribuiti ai turisti. Per tre giorni si passerà poi al torneo di bocce, sul lungo mare sabbia d’oro, dove oltre 100 turisti si contenderanno i vari trofei, con tiri da maestri sulle piste in sabbia. Altra grossa manifestazione, che chiuderà la stagione estiva e antagonista al car nevale, vedrà in sfilata una ventina di carri allegorici per la grande festa dell’Uva, per tutta l’isola pedonale del Lido, dove diecine e diecine di ragazze e ragazzi distribuiranno quintali di uva agli spettatori. Mentre verso la fine di Dicembre si chiuderà l’anno con la corsa dei Babbo Natale Run, un avvenimento che radunerà oltre 700 persone di ambo i sessi per correre lungo le vie del Lido, vestiti per l’appunto con costume e barba di Babbo Natale.
Per organizzare non solo queste, ma anche altr e manifestazioni, oltre ovviamente ai grossi eventi svolti insieme al nostro comune, ci vuole tempo e tanta voglia di lavorare.

Luigino Smaniotto

Categories : Pro Loco Jesolo


Non c'è ancora nessun commento.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.