SALUTANDO IL PROFESSOR SILVANO BELLONI

By at 8 luglio, 2011, 12:41 pm

Non sempre ci è dato il caso di comunicare notizie liete.
In questa circostanza mi sento in dovere di dedicare la nota al caro amico prof. Silvano Belloni, recentemente scomparso.
Con l’Amico Belloni mantenevo da lungo tempo un rapporto di amicizia e di collaborazione giornalistica in materia di linguistica dialettale. A questo riguardo ORIZZONTI si avvaleva della Sua preziosa collaborazione.
Mi concedo queste righe di saluto e congedo intrattenendomi su certi interessanti particolari della personalità di Silvano Belloni.
Da qualche cenno biografico S.B., classe 1924, conclude la sua oltre quarantennale carriera scolastica di (come scrive Lui) maestro elementare, professore di Lettere nelle scuole Superiori e di Dirigente Scolastico in Scuole Statali. Vincitore di un  Premio Nazionale di Geografia indetto dalla RAI TV; più volte premiato dalla Comunità Europea per l’attività didattica svolta a favore degli studenti. Ha pubblicato testi di Storia, Geografia, raccolta di favole classiche, traduzioni dal francese e dal latino. Ha tradotto in vernacolo il “Pinocchio” del Collodi. Come giornalista ha collaborato con “Il Gazzettino di Venezia”, “Il Resto del Carlino “di Bologna,”Il Mattino di Padova” e per settimanali come”Il Corriere dei Ragazzi” di Firenze e ”Vera Vita”di Napoli. Co-fondatore e direttore (per 9 anni) della rivista dialettale veneta “Quatro Ciàcoe”. A tale riguardo ricordo che facevamo le riunioni di redazione presso il suo studio.
Dialettologo di alta caratura, cultore delle parlate e tradizioni popolari. Autore di articoli e poesie in dialetto padovano. Ha compilato la “Grammatica Veneta”, da poco ristampata con il patrocinio della Regione Veneto e della Provincia di Padova, che mi sussidia come vangelo grammaticale del mio impegno giornalistico dialettale.
Conservo la sua preziosa lettera del 15 Marzo c,a. nella quale, fra l’altro, cosi mi gratifica:”Voglia di Volare” mi è tanto piaciuto che ho iniziato a leggerlo con estremo interesse, a puntate. Bravo, Guido, perché sei riuscito a delineare a tutto tondo un quadro esemplare e completo della tua spericolata vita “dal sogno alla realtà”. E ancora: “”Tu hai sognato di volare alto, io, più modestamente me la sono cavata volando raso terra pur trovando le mie soddisfazioni da studente, da sportivo-calciatore, da insegnante, da dirigente scolastico, da giornalista, da storico e a detta di qualcuno forse troppo esagerato- da ispirato poeta. Per questo sento di apprezzare la tua fatica letteraria, perché essendo ormai giunto alla non più verde età constato di aver potuto vivere secondo coscienza, con impegno e tanta voglia di fare, sostenuto dall’affetto di una buona famiglia.
Ma una grande sorpresa doveva cogliermi quando, ai primi di Giugno, Belloni mi telefonò per affidarmi la presentazione del suo ultimo libro dal titolo ”I PADOVANI ECCELLENTI nel Corso dei Secoli”. Incarico che, pur onorato di ricevere, cercai di declinare date le tante autorevoli persone fra i Soci dell’Associazione che ritengo più idonei al ruolo. Ma anche l’Associazione ha accolto all’unanimità la mia designazione fissata per il 24 Giugno.
A questo punto le cose sono precipitate. Il buon Belloni, in cagionevole salute, è stato ricoverato d’urgenza in ospedale dove è deceduto Sabato 18 Giugno. I funerali celebrati il 22 Giugno hanno testimoniato quanto il Professore fosse stimato ed amato, non solo dalla gente della cultura, ma anche dai suoi scolari (imbiancati) di un paesello della campagna padovana, intervenuti con il loro sindaco per testimoniargli riconoscenza ed affetto. Era proprio quel rapporto “proletario” alle radici dell’istruzione scolastica elementare, dove a gratificarlo delle sue tante opere è stato il dialetto, in quei lontani tempi, il mezzo più agevole ed idoneo per comunicare la lingua italiana.
La presentazione del suo libro è stata rinviata a Settembre, ma Lui sarà presente nel cuore di Tutti.
ORIZZONTI Lo ringrazia per la collaborazione e Lo saluta con ammirazione.
Guido De Nobili

Categories : Il cassetto dei ricordi


Non c'è ancora nessun commento.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.