EQUILIBRIO SECOLARE TRA ACQUA E TERRA, TRA LAGUNA E MARE

By at 1 dicembre, 2011, 2:23 pm

Cavallino –Treporti è una verde penisola inserita tra il Mare Adriatico e la Laguna: questo equilibrio secolare tra acqua e terra, tra laguna e mare, è alla base di un’unica ed irrepetibile ricchezza ambientale, paesaggistica e anche storica. Un contesto geografico in parte giovane e tuttora in corso di formazione e modellamento.
In questa lingua di terra si evidenziano le nostre spiagge di grandissime dimensioni protette a monte da un sistema di basse dune e da una barriera verde di pini, pioppi e ontani. La laguna è l’altra zona suggestiva di questo litorale: barene, velme, valli da pesca, canneti, canali e ghebi rappresentano un unicum ambientale di incomparabile bellezza. E’ un paradiso dove si possono notare migliaia di uccelli stanziali e non: l’airone cenerino, il martin pescatore ,il falco di palude, le garzette, i cavalieri d’Italia, l’airone rosso, le pettegole, i piovanelli. Nella stagione estiva vi fanno la loro comparsa anche i fenicotteri rosa.
Il nostro territorio, accanto alle spiagge e all’ambiente, presenta sicuramente numerose e diversificate realtà storiche di sicuro interesse. Il Convento delle Mesole è un edificio del 1300 allora patrimonio ecclesiastico con la peculiarità di presentare i caratteristici camini tondi alla “vallesana”. Il “Pra’ di Saccagnana” restaurato di recente unico esempio di corte e villa veneta del 1500 in ambito lagunare. La chiesa di S.S. Trinità a Treporti del XVII sec. e la chiesa di S. Maria Elisabetta di Cavallino del XVIII costruita dall’allora console olandese Feitema. Incantevole è il borgo di Lio Piccolo , in mezzo alla laguna, costruito alla fine del 1600, ma con tracce di resti di epoca romana. Considerata inoltre la posizione strategica di Cavallino Treporti nei confronti di Venezia sono stati edificati numerosi manufatti militari .Alla fine del 1700 i Francesi edificarono un Ridotto poi ingrandito dagli Austriaci alla metà del 1800: il Forte Treporti o Forte Vecchio a Punta Sabbioni. Agli inizi del 1900 furono costruiti le batterie Amalfi, Pisani, S. Marco e Radaelli. Sparse sul territorio ma soprattutto lungo il canale Pordelio troviamo numerose torri telemetriche a supporto delle batterie. Numerosi e ben segnalati sono gli itinerari, a piedi ma soprattutto in bicicletta, che percorrono in lungo e in largo tutto il nostro territorio permettendo di conoscere ed apprezzare quest’insieme storico- naturalistico di eccezionale interesse.
Se guardate il Cavallino dal mare vedrete una striscia di sabbia, alte dune e alle spalle tanti alberi: una grande prospettiva di pini marittimi e pioppi tra i quali qua e là, spunta una casa, un tetto, un campanile. Quegli alberi sono una scelta precisa e coerente: puntare su uno sviluppo turistico ed economico compatibile. Il turismo, fin dal 1954 con la nascita del primo campeggio, ha cercato di dare il massimo del confort nel rispetto della natura. Un turismo di qualità per gli ospiti che, da tutta Europa, puntuali tornano da sempre e per quelli che ogni anno scoprono per la prima volta il nostro territorio. In questo modo Cavallino, ora con i tr enta campeggi, è diventata la località turistica “all’aria aperta” più importante d’Europa. L’agricoltura e la pesca sono ancora oggi le attività molto praticate dagli abitanti di Cavallino-Treporti, e la varietà di questi frutti è garantita dall’ambiente sano. L’agricoltura, è all’avanguardia con le 700 aziende impegnate nelle coltivazioni biologiche. Queste aziende che coltivano 1500 ettari di terreno usano solo concimi naturali e combattono le malattie delle piante utilizzando insetti buoni come la coccinella e l’impollinazione con i Calabroni “ bombi”. Il risultato finale è la produzione un milione di quintali di ortaggi l’anno, carciofi, pomodori, zucchine, insalata, peperoni, pesche a tanti altri pregiati prodotti orticoli che si impongono nei mercati del Nord Italia e dell’Europa.
La coltivazione del pesce è, in questa zona , tramandata da secoli. Nelle valli da pesca, si allevano spigole o branzini, cefali, orate, anguille. I pescatori utilizzano anche sistemi come la “ passerela” (reti a maglie diverse) e il “ cogolo” sbarramento più o meno fisso con un sacco terminale.
La tradizione culinaria è basata naturalmente sul pesce e verdure fresche che vengono cucinati in modo semplice, genuino e salutare. Fra i piatti tipici ricordiamo “ risi e bisi” (risotto con piselli), “ vovi e sparasee”(uova e asparagi), “bacaeà in tocio” ( merluzzo a sugo), “moeche” (granchi al momento della muta), “masanete” (granchi bolliti), fritture di pesce, “pevarasse” (vongole veneziane). Il tutto accompagnato dagli ortaggi e frutta delle aziende agricole della zona.
In una terra ricca di tradizioni, numerose sono le feste, le sagre e gli spettacoli legati alla storia e al territorio. La più importante è certamente il Palio Remiero, nato una decina di anni fa , che vede coinvolte le 12 contrade del nostro comune in varie manifestazioni in primavera. A giugno avvengono le sfide in gondole, in “ mascherete”, in caorline che ripropongono, in chiave sportiva, quello che avvenivano tutte le mattine nelle acque lagunari, dove gli ortolani di Cavallino, Treporti, S. Erasmo e Vignole spingevano come dannati sui remi per arrivare primi, con le loro verdure e frutta, al mercato di Rialto. Altre manifestazioni da ricordare sono la “Festa dea Sparasea” a Cavallino, Il Carnevale con la sfilata dei carri allegorici per le vie dei paesi, le varie sagre e feste paesane “ sagra del Tempeston” festa dea ”Zizola” e a Natale “ brucia il Paviner” e la regata con le “Beroe”.
Il nostro comune è caratterizzato da una presenza molto importante di numerose associazioni culturali, sociali e sportive di volontariato che rendono vivace e dinamica l’of ferta culturale imperniata su tanti eventi per l’intero arco dell’ anno.
Cavallino Treporti è dunque un territorio che, nonostante la crisi in atto, si dimostra ricco di risorse, giovane e dinamico. L’auspicio è che sappia sfruttare tutte le grandi potenzialità conservando nello stesso tempo un rapporto privilegiato con la propria storia e con l’ambiente.
Giuseppe Bozzato

Categories : Pro Loco Cavallino Treporti


Non c'è ancora nessun commento.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.