Magica Jesolo

By at 31 marzo, 2014, 8:57 am

Tra le manifestazioni che ogni Pro Loco organizza nel proprio territorio, quella del Natale è  la più sentita da tutti, poiché ci fa   condividere i migliori sentimenti verso chi ci sta vicino, per vivere tutti insieme e riscoprire i valori più profondi di una tradizione  dalla quale è difficile prescindere.
Ed infatti qui, nel nostro territorio, per rendere ancora più piacevole questa magica festa, hanno collaborato con noi molti Comitati per illuminare ed addobbare le vie del Centro Storico e del Lido.
Ma in special modo la festa del Natale è stata più “partecipata” e sentita dai residenti di Jesolo Paese, poiché il centro, essendo più  caratteristico e concentrato, è stato possibile renderlo più  illuminato e coreografico, grazie anche a due ditte locali, che da quasi un decennio realizzano il “presepe di luce” sulle rive del Sile; mentre in piazza 1° Maggio è stato allestito un trenino con tanto di binari, luci e suoni, per la gioia dei bambini.
L’ospitale e vecchio centro di Jesolo ha quindi indossato,  per questo periodo, un fantasmagorico vestito che gli ha donato un’atmosfera magica , calorosa e rafforzata anche dall’esposizione degli oltre 100 presepi, costruiti da un’abile artigiano, Agostino Busanel, che li ha esposti nelle vetrine dei vari negozi.
Per realizzare le sue opere,  Busanel  ha usato i contenitori più strani e riciclati,  dalle zucche  alle porte dei frigoriferi, dai cartoni ai vecchi televisori, alle chitarre. Con questa tecnica, in oltre 20 anni, Busanel ne ha costruiti più di mille esponendoli con successo in parecchie città d’Italia.
Per rafforzare e mantenere la tradizione della più bella festa dell’anno, l’Amministrazione comunale ha organizzato, anche con la nostra collaborazione, il grande e monumentale “presepe di sabbia” scolpito dai migliori artisti del mondo e giunto quest’anno alla dodicesima edizione, che ha visto un numero di visitatori davvero  grandissimo e proveniente da ogni parte d’Italia.
La particolare mostra è arricchita ogni anno da una scultura dedicata ai portatori di pace: personalità che si sono distinte universalmente per  aver prima di tutto creduto e, di conseguenza, poi diffuso  con indefessa caparbietà e forte dedizione  la pacificazione tra i popoli.

Quest’anno questa importante sezione ha visto rappresentato colui che per primo ebbe l’idea di ricostruire, con una amore davvero encomiabile ancora oggi, la scena della natività:  San Francesco D’Assisi.
A coordinare la  costruzione del presepe, si è prodigato l’americano RICHARD VARANO direttore artistico ormai da oltre un decennio, il quale ha portato a Jesolo 12 artisti della scultura su sabbia provenienti da tutto il mondo, i quali hanno realizzato un vero presepe, come quelli di una volta con i personaggi dell’antica  Gerusalemme, ma con statue di sabbia scolpite nei minimi dettagli.
Per completare le feste natalizie ed entrare nel nuovo anno è stato rinnovato anche il tradizionale “pan e vin”,  l’ antichissimo e  beneamato, da grandi e piccini, falò   sul quale brucia la Befana.
A Jesolo sono in gara ogni anno ben 7 pavineri, costruiti da altrettanti Comitati della zona, che si contendono l’antichità della tradizione,  l’originalità dell’allestimento, l’altezza   e la durata delle fiamme.
In questa occasione vengono distribuiti    pinza e vin brulè alle migliaia di persone, che intervengono per  determinare la direzione delle faville  sprigionate dal fuoco,  dalle quali trarre gli auspici, come vuole la tradizione nata  da tempo immemorabile, quando i contadini bruciavano gli sterpi della campagna, con un rito propiziatorio per invocare i buoni raccolti  dell’anno nuovo.

 

Categories : Pro Loco Jesolo


Non c'è ancora nessun commento.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.