La donna nell’arte Sandonatese

By at 11 dicembre, 2014, 4:52 pm

Due importanti “ Rassegne d’Arte “  si sono tenute ultimamente a San Donà di Piave, nelle Sale messe gentilmente  a disposizione dal Consorzio di Bonifica Veneto Orientale in Piazza Indipendenza:  la prima, tenutasi nel mese di Ottobre 2013, era stata dedicata alla “ Prima Generazione dei Pittori Sandonatesi” con una particolare  “omaggio” al maestro Vittorio Marusso.
La seconda, rivolta interamente al mondo femminile, è stata fatta  nel mese di Marzo 2014.
Nel suo intervento, in occasione dell’inaugurazione il giorno 8 Marzo, l’Assessore alla Cultura Dr.ssa Chiara Polita diceva tra l’altro: “ Dopo la Mostra riservata alla Prima Generazione dei Pittori Sandonatesi, si torna a valorizzare il lavoro di Artisti Locali, in questo caso al femminile, continuando a far conoscere la tradizione artistica di San Donà”.
“Questa Mostra è indirizzata a TUTTE le Donne della Città, spiega il Curatore Gianni Boato.
All’interno della Mostra  che avevo curato e realizzato  ad Ottobre 2013 dal titolo “Il Cammino nell’Arte Sandonatese”, è stato fatto un “omaggio particolare”  a Vittorio Marusso.
In questa esposizione invece, una intera parete è stata riservata alla Pittrice Mirella Simonetti, prima sandonatese ad aver  frequentato  l’Accademia di Belle Arti a Venezia. L’Artista era nata a San Donà di Piave nel 1934 e scomparve a Bologna nel 2002.  Le sue opere sono state gentilmente messe a disposizione dai familiari, per poterci dare la possibilità di conoscerle ed apprezzarle.
Oltre alle opere della Simonetti, continua Boato, si sono potute ammirare varie tecniche artistiche come pittura, scultura, fotografia, ceramica, incisione, grafica e collage.
Ventinove le Artiste presentate, molto apprezzate dai sandonatesi,  già note per mostre personali o collettive, ma anche per la loro collaborazione con studi d’arte.
Alcune di loro, pur avendo avuto notorietà in altre città, non sono state mai state esposte a San Donà.”
Il Curatore Gianni Boato, continua col presentare sinteticamente le Artiste e le opere da loro esposte.
“La Mostra conferma l’alta qualità delle Artiste sandonatesi, che non sfigurerebbero certamente in  importanti mostre nazionali.
Accanto alle opere di Mirella Simonetti, c’erano  le fotografie di Rosanna Boraso con ritratti di mamme in attesa.  Piera Gambino con due oli su tela connotati di continuità della tradizione pittorica veneta.  Nadia Balsarin, ceramista di vastissima notorietà,  presente con composizioni di altissima maestria.  Annalù (Anna Boaretto), autrice di due importanti composizioni  (nello stesso periodo stava  esponendo  in Giappone).  Elena Murer,  con due paesaggi realizzati a pastello e proprio l’ 8 Marzo era presente a Prato in una collettiva dedicata alle donne.
Una giovanissima allieva dell’Accademia Marusso, arrivata recentemente dalla Romania,   con una piccola composizione su carta. Tra le giovani artiste, Tatiana Basso, allieva dell’Istituto d’Arte di Venezia, con un grande ritratto maschile realizzato in tecnica mista su tavola.
Patrizia Piotto espone tre splendide  incisioni.
Una sorpresa per i visitatori della mostra, è stato lo spazio dedicato alla fotografia. Due artiste con foto in bianco e nero (Silvia Pasqual e Monia Perissinotto).   Accanto, Lucia Basso con interessantissimi scatti a colori e in bianco/nero e il romanticismo di Giuliana Bettin con le foto dedicate “al mio giardino”.
Clara La Montanara, con “istallazioni”: violino incollato su tela con fondo materico e un paesaggio realizzato con riccioli di vetro.  Rosanna Pavan con due composizioni materiche di grande suggestione.
Senza dubbio interessanti  le pittrici Tatiana Caropostol e Nicol Voicu, con i loro lavori astratto/informali; artiste operanti da molti anni a San Donà e con molte mostre realizzate in varie città.
Alice Pizzinato, pittrice e scenografa, risiede a Roma, collabora in attività artistiche e cinematografiche. Cristiana Battistella, risiede a Venezia: numerose le mostre al suo attivo. Le sue tele portano ad immaginare oggetti che si devono decifrare dopo attenta visione.  Lo stesso dicasi per Eva Zuccolo, artista di origini friulane, da molti anni residente a San Donà di Piave, con al suo seguito una vasta documentazione che illustra la sua attività di artista molto apprezzata.
Chiara Tubia, giovane artista “emigrante” nei Paesi europei, dove l’arte è sempre d’avanguardia, con due bellissime ed enigmatiche composizioni.
Rosita Bernardo, con due disegni (graffite su carta), ci riporta all’arte classica.
Le opere di Anna Papini sono composizioni che ricordano l’arte monumentale.  Nadia Migotto, artista che spazia tra il surrealismo e la mistica.  Annalaura Rossi, nei suoi paesaggi,  ci riconduce nel nostro territorio bagnato dal Piave.  Antonella Sidoti, con due nudi femminili pieni di luminosità “siciliana”, ci porta idealmente alla sua terra d’origine.
Giovanna Polita, con composizioni di fascino esotico.  Agnese Dario, eleganti disegni acquerellati.  Silvia Versari, di origini emiliane, ha frequentato la Scuola di Nudo a Venezia ed ha al suo attivo numerose mostre.  Maria Teresa Zorzi, con due grandissime tele floreali, ci dimostra che la storia dell’arte al femminile sandonatese, è degna di importanti esposizioni nazionali.
Da notare, conclude Gianni Boato, l’alta qualità delle opere esposte, che conferma la bravura delle Artiste sandonatesi.
E non solo. Devo anche ringraziarle per la disponibilità, per l’aiuto e per aver sostenuto con la loro viva partecipazione la diffusione dell’evento.
E’ stata una mostra molto apprezzata dalla cittadinanza, il registro delle presenze lo testimonia.
Una grande Mostra, che ci rende fieri di  averla realizzata.”

 

Lucia Basso
Novembre 2014

Categories : Pro Loco San Donà | Vetrina


Non c'è ancora nessun commento.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.