Il cammino delle Pro Loco: passato, presente e futuro

By at 18 dicembre, 2014, 11:58 am

La pubblicazione di questo secondo numero del periodico ORIZZONTI ON LINE, mi dà l’occasione di un consuntivo e di alcune riflessioni in merito a certi eventi di questo 2014 che ormai giunge al termine.
Ma, in apertura, non posso non dare il benvenuto alla neo nata Pro Loco di Marcon, nuova entrata nel Consorzio, già partecipe e presente lo scorso giugno all’Assemblea Regionale Veneto Unpli svoltasi a Rovigo dove il nostro Consorzio ha partecipato all’iniziativa “Sapori in piazza”.
Una piazza rovente, viste le temperature, ma che senz’altro avrebbe meritato più attenzione e valorizzazione delle Pro Loco, presenti con le loro tipicità enogastronomiche.
. A ottobre, in occasione del Convegno Nazionale incentrato su “Il cammino delle Pro Loco: passato, presente e futuro”, tenutosi ad Assisi, sono state premiate le Pro Loco italiane centenarie, e per il Veneto hanno ricevuto un riconoscimento Arsiero, Recoaro Terme e Valdagno. Un convegno nato per promuovere, valorizzare e sostenere i cammini religiosi italiani esistenti, promuovendoli in Italia e all’estero.
In evidenza qui, un   aspetto importante del nostro essere volontari ma anche uomini di fede…in cammino.
. Un pensiero rivolto alla Pro Loco di Refrontolo (TV), dopo il disastro e il lutto che l’ha colpita, il suo “cammino” non sarà facile ma accanto avrà tante “consorelle”. Infatti la tragedia che ha scosso la comunità di Refrontolo lo scorso agosto, ha segnato duramente l’intera famiglia delle Pro Loco, le quali hanno già concretamente dimostrato la loro solidarietà e vicinanza. E all’appello, presenti anche le pro loco del nostro Consorzio, fatte di persone che ne sono la mente, l’anima e il braccio e che con le loro iniziative valorizzano  il territorio, ne conservano la storia, mantenendo vivo lo spirito comunitario e la gioia dello stare insieme.
Il nostro agire ora  viene “tradotto” nella  Legge Regionale  n. 34 del 22 ottobre 2014 – Disciplina delle associazioni pro loco, dove l’art. 2 recita “L’attività delle Pro Loco si esplica principalmente attraverso iniziative volte a favorire la valorizzazione turistica, fra le quali l’informazione e accoglienza turistica, nei limiti e secondo le modalità previste dall’articolo 15 della legge regionale 14 giugno 2013, n. 11 “Sviluppo e sostenibilità del turismo veneto”, nonché attraverso iniziative per la valorizzazione culturale e la salvaguardia del patrimonio storico, culturale, folcloristico, sociale, enogastronomico, ambientale e del patrimonio immateriale della località.
In questa direzione va il progetto dell’Unpli Regionale che con la Regione Veneto ha promosso il festival del “Veneto dei Misteri”, rendendo protagoniste le Pro Loco che con ben 250 spettacoli e rappresentazioni,  racconteranno il Veneto e le sue leggende.  Anche le candidature del nostro Consorzio sono state accettate, e il 23 e 30 Novembre con le Pro Loco di San Donà di Piave e Ceggia, nuove storie faranno restare a bocca aperta gli spettatori!


E guardando al futuro, il 2015 si prospetta denso di iniziative, a partire dal progetto approvato dalla Regione Veneto “Il Veneto del gusto: made in Pro Loco”, legato all’EXPO 2015, ovvero una grande rassegna che unisce gli eventi delle Pro Loco che promuovono i prodotti a Marchio, insomma una manifestazione che coinvolge tutto il Veneto e le sue eccellenze enogastronomiche.
Continuerà con iniziative, non poche, dedicate al centenario della Grande Guerra, dove il nostro Consorzio per la storia del territorio che rappresenta, è evidentemente interessato (dai fortini di Cavallino Treporti, al percorso del Basso Piave con le sue storie, i suoi monumenti, i suoi esodi.)

 

 

 

 

 

 

 

Mariangela Doretto

Categories : Consorzio | Editoriale


Non c'è ancora nessun commento.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.