Com’è bello fotografare – ProLoco Jesolo

By at 15 marzo, 2016, 10:57 am

Una fotografia è una immagine ottenuta tramite un processo di registrazione permanente e statica delle emanazioni luminose di oggetti presenti nel mondo fisico, selezionate e proiettate da un sistema ottico su una superficie fotosensibile

Il termine deriva dal francese photographie, proveniente dall’inglese photography, composizione di foto- (dal greco φςφωτός, luce) e grafia (dal greco γραϕία, scrittura)

Detta così, come la descrive l’enciclopedia, un’ immagine fotografica sembra una cosa astratta e priva d’interesse. Ma invece crea coinvolgimento e curiosità.

Ci sono milioni di libri che descrivono  l’arte della fotografia, ma io di sicuro non vi voglio tediare spiegandovi le tecniche, le macchine, gli obbiettivi, i diaframmi ed i tempi di posa. Si perché ieri, quando c’erano le reflex solo manuali si doveva stare molto attenti a ciò che si ritraeva, impostando preventivamente tutte queste operazioni. Oggi è tutto più facile, nell’era dei computer anche la macchina fotografica si è adeguata, basta avere l’occhio per l’inquadratura ed il gioco e fatto, a mettere apposto tempi e diaframma, fa tutto lei, la macchina fotografica. Se poi  i colori e le luci non sono apposto ci pensa Photoshop e tra poco vi farò vedere i risultati:

Questa foto l’ò scatta in un pomeriggio con poco sole in paesino vicino ad Asolo, ma le foglie quasi dorate avevano attratto la mia attenzione e quindi estrassi dalla tasca una piccola Sony compatta ed immortalai la scena, che poi manipolai i colori con Photoshop.

Si perché a me, i colori, piacciono forti, come potrete vedere anche  nelle prossime immagini. Questa passione dei colori me la trasmise il maestro Cesco Magnolato all’epoca professore di disegno alle scuole medie di Jesolo.

Continuando le mie lunghe passeggiate ero andato a Caorle lungo il fiume nella zona dei “casoni”. Anche in questo caso l’attenzione cadde su questa nassa messa ad asciugare.

Qui invece mi trovo a Jesolo e la bicicletta appoggiata all’albero vicino al fiume m’incuriosì e, dopo aver girato attorno all’albero, trovai la posizione migliore per scattare la foto.

Sempre lungo il Sile vidi un meraviglioso salice, che poi  ritoccai con Photoshop. Molti diranno: a ma allora tu non sei bravo a fare le foto se poi adoperi questo programma … forse avete ragione, ma scelgo e trovo le prospettive che mi sembrano migliori, a mio parere.

Siamo ancora a Jesolo però di notte e verso le 23, quando girovagando con reflex e cavalletto in spalla fui attratto da questa immagine.

Ora cambiamo   zona e più precisamente nella laguna vicino a TrePorti quando vidi questi due giovani consumare il suo picnic in mezzo ai fiori.

Un balzo di 40 km e ci trasferiamo a Portogruaro che sembra trasformata in Venezia.

Girovagando per le stradine di campagna e più precisamente qualche km dietro a Fagarè della Battaglia c’è un agriturismo molto particolare, dove sempre con la mia tascabile Sony ho fotografato questo singolare ingresso.

Prima di andare in montagna facciamo un salto a Venezia per fotografare le gondole, con la reflex, e  la passeggiata di un colombo con il cellulare.

Vinigo è un minuscolo paesino a 20 km da Cortina che conta poco più di un centinaio di abitanti ma a volte si riesce a trovare qualche scorcio da ritrarre, come questi.

Bepi Priviero

Categories : Pro Loco Jesolo


Non c'è ancora nessun commento.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.