Il Consorzio di Pro Loco: istruzioni per l’uso

By at 24 dicembre, 2016, 6:50 pm

Un saluto a tutti i nostri lettori con la ripresa di questa nuova edizione di ORIZZONTI ON LINE. L’anno 2016 è senza dubbio stato un anno dinamico e molto attivo per le pro loco del Consorzio “Dal Sile al Piave”, rinnovate e/o integrate anche nei loro consigli di amministrazione, essendo giunto al termine il previsto quadriennio.
Infatti, tra marzo e giugno u.s. tutti gli organismi dell’UNPLI Regione Veneto (www.unpliveneto.it) hanno visto il loro rinnovo, con alcune conferme ma anche con tante news entry, …insomma il mondo delle Pro Loco continua ad affascinare giovani e non, coinvolgendo tutti coloro che hanno voglia di mettersi in gioco in questo mondo e modo di fare volontariato.
Ma permettetemi una riflessione sul significato di “Consorzio di Pro Loco”.
Innanzitutto cosa sono i Consorzi di Pro Loco (così chiamati in Veneto, ma conosciuti in altre Regioni come Bacini, Raggruppamenti, Circoli ecc..) sono semplicemente dei gruppi di Pro Loco (idealmente 10/15) che per affinità di territorio, di dialetto, di area geografica, di vicinato ed altro hanno un denominatore comune che li identifica in maniera inequivocabile.
Sono formati dai Presidenti delle Pro Loco socie, che compongono il Consiglio Direttivo all’interno del quale viene nominato il Presidente, il Vicepresidente ed il Segretario e sono regolamentati dallo Statuto approvato dalla Regione e vidimato.
Ci si chiede perché in una organizzazione ben strutturata, qual è l’UNPLI, con i Comitati Provinciali, i Comitati Regionali, il Consiglio Nazionale, ci sia bisogno di un ulteriore cappello in testa ai Presidenti di Proloco?!
Il Consorzio NON sarà mai un cappello ma un aiuto fattivo e collaborativo per le Pro Loco che raggruppa, raccogliendo istanze dalla base, trasformandoli in stimoli, progetti e servizi a favore delle stesse.
Ritengo che il “senso di appartenenza” al Consorzio significhi sentirsi parte di qualcosa di vivo; per questo, è necessario promuovere occasioni per rinnovare lo scambio di esperienze anche con la collaborazione attorno a progetti comuni, privilegiando l’attività principale delle Pro Loco, che trova la sua massima espressione con la valorizzazione della cultura e del territorio, attraverso attività che sono state riconosciute come un patrimonio, da difendere e valorizzare per la tutela del patrimonio culturale immateriale.
Pro loco, intese anche come lo “scrigno” dell’identità e della memoria storica più profonda dei nostri paesi e il nostro essere e fare “Pro loco” significa fermare la perdita progressiva di questo patrimonio. All’Assemblea Nazionale dell’anno scorso girava uno slogan molto bello che certamente dava l’idea di ciò che tutti Noi soci desideriamo e cioè: “La Pro Loco, una risorsa per il Paese.”
Ecco, mi permetto di fare mia per un attimo la stessa frase interpretandola personalmente per dire : “Il consorzio, una risorsa per le Pro Loco”

Il Presidente

Mariangela Doretto

 

Categories : Consorzio


Non c'è ancora nessun commento.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.