Com’è bello fotografare (2^ parte)

By at 14 aprile, 2017, 10:02 am

Questa volta vi voglio parlare e mostrare delle foto realizzate con una piccola fotocamera: una GoPro. (foto 01)   GoPro è un marchio di proprietà della società californiana Woodman Labs che produce videocamere/fotocamere “indossabili” (attraverso accessori) resistenti all’acqua e ad urti, considerate parte della fotografia d’avventura. Si tratta di dispositivi di dimensioni e peso ridotti, assenza di comando zoom (focale fissa) e obiettivo grandangolare di 170 gradi di ampiezza, con il quale si possono riprendere foto molto particolari, con molta profondità di campo e quasi in tre dimensioni, come questa foto (n.02) che sembra uscire dalla stampa. Con questa piccola camera, misura solo 6 X 4 cm. si realizzano immagini come questa (foto 02) che ho fatto in riva al fiume Sile esaltando forme e colori, come si può osservare anche nelle prossime (foto 03 e 04). In questa invece (foto 05) si evidenzia la staccionata ed il salice piangente sullo sfondo. Naturalmente, dopo lo scatto elaboro al PC colori  e toni.

Anche in questo caso (foto 06) i fiori in primo piano danno una notevole profondità alla foto con il monumento sullo sfondo. Mentre qui (foto 07) è l’ancora che fa da padrona  alla scena con la chiesa alle spalle. Questo invece (foto 08) è un piccolo rientro di una casa sulla via principale, ma sembra un piazzale tanto è ingigantito. Solo con questo tipo di obbiettivo, grandangolo spinto a 170 gradi, si riesce ad abbracciare due lati di uno stabile per farlo risaltare al massimo.

A volte basta cambiare l’angolo di ripresa per effettuare delle riprese inconsuete come questa (foto 09) che ritrae le foglie e gli alberi quasi spogli, che ci fanno proprio immergere nell’autunno.

Ora invece con queste immagini vi faccio fare un balzo di tremila km dall’Italia, per atterrare alle Canarie, dove ho ripreso il patio (foto 10) di un’abitazione di un piccolo villaggio a Lanzarote. Anche in questo caso, (foto11) riprendendo in primo piano le foglie della pianta, si glorifica la casa rossa, o meglio roja come si può leggere nella scritta sul muro, in secondo piano. Qualche passo più avanti e si può vedere (foto 12) questo cancello aperto sul cielo e sull’oceano Atlantico. In questo villaggio che da sul porto, ci sono molte stradine (foto 13) e parecchi ristoranti (foto 14) come questo di colore giallo intenso, dove si mangia molto bene. Ora invece c’ imbattiamo in una chiesetta (foto 15) con un’ albero che gli fa da frangia. Sempre merito della GoPro che altera le prospettive. Dopo tutto questo girovagare ho trovato finalmente una panchina (foto 16)  per il meritato riposo. Ma riprendendo il cammino e spostandomi in un altro paesino dell’isola, ho trovato questa splendida scalinata (foto 17)  che sembra abbia la porta aperta sul nulla. Ricordate, prima di scattare una foto: girate intorno  al soggetto per trovare il punto migliore da riprendere, come in questo caso quando ho visto una meravigliosa casa “canaria” (foto 18) dai colori tradizionali bianco e verde.

Categories : Pro Loco Jesolo


Non c'è ancora nessun commento.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.